primi piatti

Le mie triglie!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Un paio di giorni fa è spuntato il sole a Bologna… finalmente! Il freddo non ci ha abbandonato ma il sole scalda tanto il cuore e, improvvisamente, la giornata è diventata più bella. Paolo ha accompagnato Anna a scuola ed io ho guadagnato mezz’ora prima di andare al lavoro.

Direzione Pescheria del Pavaglione:  ho preso cinque calamari, non troppo grandi e quattro belle triglie e mi sono fiondata in studio! A pranzo, mentre rientravo a casa ho chiamato Stefi, amica sicula e grandissima cuoca, per un confronto sulle nostre amate triglie. Ho  mangiato rapidamente… per la verità avrei anche saltato volentieri il pranzo per iniziare subito a “sfilettare” (unica cosa un po’ laboriosa) ma quando Anna con i suoi occhioni mi chiede: “e tu non ti siedi con noi??” non so resistere! E, quindi, pranzo fatto, triglie a noi!

Questa è la ricetta di un condimento per la pasta facile da realizzare, specialmente se farete sfilettare le triglie dal pescivendolo conservando, però, le teste e le lische che serviranno per preparare il fumetto.

La triglia è un pesce saporito, dalla carne molto delicata ed ha tempi di cottura veloci; il succo d’arancia regalerà una nota agrumata a questa ricetta che io adoro! Io ho utilizzato degli spaghetti alla chitarra ma vanno benissimo anche delle linguine, delle bavette ma anche della  pasta corta come penne o sedanini rigati  o meglio ancora la calamarata, spessa e rugosa che resta sempre al dente!

Ingredienti per 4 persone:

  • 350 gr di pasta
  • 4 triglie 
  • succo di un’arancia
  • scalogno
  • olio extravergine d’oliva
  • 6/7 pomodorini (pachino o datterino, solo per dare un po’ di colore)
  • prezzemolo tritato
  • mandorle pelate e tostate

Per il fumetto:

  • 1 piccola cipolla
  • 1 piccola costa di sedano 
  • prezzemolo
  • pepe in grani

Sfilettare con cura le triglie e mettere da parte la testa e le lische.

Per preparare il fumetto, pulire e tagliare la cipolla e il sedano. In una padella capiente fare dorare la cipolla in due cucchiai d’olio, aggiungere le teste e lische dei pesci, lasciar cuocere per qualche minuto e aggiungere un bicchiere d’acqua, il pepe in grani e il prezzemolo.  Portare quasi a bollore lasciando andare per circa 15/20  minuti. Quando il fumetto sarà pronto, filtrarlo in un colino schiacciando bene con un cucchiaio in modo da raccogliere tutto il liquido.

Nel frattempo in un tegame capiente fare imbiondire lo scalogno in due cucchiai d’olio d’oliva (in molte ricette si utilizza l’aglio ma preferisco lo scalogno che ha un gusto più delicato), aggiungere i pomodorini tagliati a metà e lasciarli appassire, unire il fumetto filtrato, i filetti di triglia e il succo d’arancia e lasciare cuocere per circa 5 minuti, sminuzzando il pesce con un mestolo.

IMG_1178.jpg

Cuocere la pasta in abbondante acqua bollente salata e quando sarà molto al dente scolarla e aggiungerla nella padella con il condimento, amalgamare per un un paio di minuti e servire calda con una spolverata di prezzemolo, delle mandorle tostate e, se si gradisce, anche con del pepe tritato al momento.

Fame?!

 

img_5159

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...