DOLCI · Ricette di famiglia

Biancomangiare

Se chiedi a Matteo con quale dolce vuole essere svegliato la domenica mattina… ti dirà sempre e solo il biancomangiare. Quando abitavamo a Palermo si alzava non appena sentiva il profumino del latte e del limone in cottura e correva in cucina gridando… “stai facendo il biancomangiare vero!? me ne dai una tazzina???”. Fa ancora così… non è cambiato molto… la cucina adesso è quella di Bologna ma lui non aspetta mai che si raffreddi, quando è pronto ne mangia subito una tazza tiepida con una spolverata di cannella, il resto dopo… in tutte le sue forme!

Mi intenerisce che i suoi ricordi siano simili ai miei… anche per me era bellissimo svegliarmi col profumo del biancomangiare e soprattutto “pulire” la crema rimasta nel tegame con il cucchiaio di legno.

img_0180

Il biancomangiare è un piatto antico e la versione tradizionale, in Sicilia, è a base di latte di mandorle. La nostra, invece, è la ricetta con il latte vaccino, la scorza del limone e la polvere di cannella che rendono questa crema così delicata e profumata.

Ingredienti per 4/5 persone

  • 1 litro di latte intero (o parzialmente scremato)
  • 180 gr. di zucchero 
  • 100 gr di amido di frumento (oppure farina 00), così verrà abbastanza denso
  • cannella in polvere
  • mandorle, cioccolato fondente  e pistacchi per decorare

Questo è il procedimento: metto in un tegame 800 ml di latte, lo zucchero e due pezzi interi di scorza di un limone che eliminerò quando la crema sarà pronta e lascio riscaldare a fuoco basso mescolando continuamente .

In una tazza sciolgo l’amido con la parte restante del latte freddo e lo verso nel latte in cottura (meglio se filtrato con un colino). Continuo a mescolare e gradualmente la crema inizierà ad addensare… e come diceva mia nonna:”appena vela (il cucchiaio) è pronta!“.

IMG_0195.jpg

A questo punto ci si può sbizzarrire! Si può semplicemente versare la crema in un bel piatto e decorarla, secondo il proprio gusto, con cannella, cioccolato a pezzetti, pistacchi e mandorle tagliate finemente e leggermente tostate. Oppure si può versare la crema dentro dei bicchieri precedentemente bagnati o in delle formine (io uso quelle di silicone)  per sformare dei budini che potranno essere decorati… e poi… certamente  si può gustare, ancora tiepido, in una tazza con un po’ di cannella, come piace a Matteo! Provate!

6 risposte a "Biancomangiare"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...